Ciao Nonna Pupa | pensieri

Qui abbiamo cominciato a raccogliere le parole di alcuni dei tanti amici di Nonna Pupa, che, dopo la sua improvvisa scomparsa, hanno voluto lasciare un pensiero, una frase, una poesia. I bambini hanno lasciato disegni e canzoni oggi al Giardino della Valle, qualcuno ha scritto una frase, qualcuno una poesia, qualcuno ha scattato delle foto e girato dei video.

Pubblicheremo qui tutti i pensieri che vorrete condividere in ricordo della fondatrice del meraviglioso e magico Giardino della Valle.

Per chi volesse aggiungere le sue parole per Pupa può scrivere a info@ilgiardinodellavale.it

Grazie.

______________________________

Ho conosciuto Nonna Pupa in un momento difficilissimo della mia vita. Avevo bisogno di sfogare la mia rabbia, la mia frustrazione per non essere riuscita a tenere unita la mia famiglia. Di ritrovare la speranza. Ho raggiunto i volontari del giardino e Pupa con il suo sorriso e il suo coraggio me ne ha data tanta. Mi sono detta: guarda che cos’è riuscita a fare, guarda questo giardino!

Resterà per sempre nel mio cuore. E nel Giardino della Valle.

Lavinia
______________________________

Ho conosciuto Nonna Pupa solo per pochi mesi, ma fa parte degli incontri che anche se brevi, contano in una vita.

Sono stato veramente colpito dalla sua forte personalità e dalla profondità della sua anima. È una persona che ha vissuto esperienze difficili – la giovinezza in periodo di guerra, la perdita del marito, la perdita della figlia dopo una lunga malattia. Nonostante queste prove terribili, non è sprofondata nell’amarezza,   anzi era una persona gioiosa, fiduciosa, sempre piena di progetti per il suo giardino: come diceva, gli aveva dato tanto, ma ne aveva anche ricevuto tanto.

Era l’Opus Magnum della sua vita. Da una scarica abusiva, dal plumbum nigrum, ha creato oro.

A 95 anni, era ancora una persona giovanissima di mente, sempre curiosa e aggiornatissima. Era fantastico vederla usare le e-mails, WhatsApp o chiedersi come poteva istallare sul suo smartphone la App che le avrebbe permesso di trovare il nome di una pianta in base ad una foto!

Il destino ha voluto che abbia ancora potuto vederla con Pietro  qualche ora soltanto prima del suo grande viaggio. Ne sono stato molto emozionato.

Ciò che chiamiamo morte è solo un’altra dimensione dell’esistenza. Nonna Pupa è più presente che mai e certamente nel suo giardino! Il suo giardino che ormai ha affidato a noi.

Philippe Deltenre

______________________________

Ida Emma Lonati Frati
20/11/19

Custodisci il tuo giardino
Sulle sponde di un lago argentato
Era un bosco di rovi e sterpi
In un oasi l’hai trasformato

Non sempre la Vita
Ti è stata sorella
Con molto dolore
Hai diviso la via

Ma con la forza
Di un anima pura
Hai superato
Ogni traversia

Oggi ti piangono
Quelli che hai amato
E i molti che
Non conoscerai

Che da altri uomini
Hanno ascoltato
Una storia fatta
Per non morir mai

Resta a chi passa
Tra i fiori e gli arbusti
Di questo luogo
Di vera magia

L’Eco profondo
Di tutti i tuoi gesti
L’aura mai
Spenta della tua energia

Good Night Nonna Pupa
Good night

PDP

 

______________________________

______________________________

autore della foto: Massimiliano Tappari (foglie raccolte nel Giardino della Valle)

autrice della ninna nanna: Chiara Carminati

 

 

______________________________

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi